Lo scopo principale dell’illuminazione definita “Architetturale” è quello di valorizzare gli elementi che compongono un progetto architettonico, esaltandone ed evidenziandone i pregi, nascondendone eventuali difetti, o solamente risaltando determinate prospettive e visioni.

Nasce in ambito monumentale e in particolare nelle applicazioni in esterno, per illuminare i prospetti dei palazzi storici, esaltandone le caratteristiche, sottolineando particolari che con la sola luce naturale non riuscivano a esprimersi al meglio.

Negli ultimi anni invece l’illuminazione architetturale è entrata in maniera prepotente in tutti i progetti, siano essi di interni o di esterni, in ambito residenziale, nel retail e nell’hospitality.

La figura professionale del light-designer lavora di concerto con l’architetto, l’ingegnere o il semplice committente con l’unico obiettivo di esaltare la sua opera architettonica attraverso l’utilizzo della luce architetturale.

La luce diventa parte integrante dell’opera architettonica, alla stregua dei materiali utilizzati per costruire, ha una sua presenza materica, una sua solidità. Che tu stia progettando una casa, un giardino o un albergo, l’utilizzo sapiente della luce architetturale ti aiuterà a risaltare il marmo con cui rivestirai la parete della doccia, il legno pregiato che hai scelto per il tuo tavolo da pranzo, oppure porrà l’accento su quel quadro che hai scelto con tanta perizia, o quel giardino di piante mediterranee che la sera ti godrai con gli amici.

Di seguito una selezione di lampade per luce architetturale:

-14%
-15%
-15%
-15%

Attraverso l’utilizzo dei controsoffitti o degli incassi a parete possiamo tranquillamente nascondere alla vista il corpo illiuminante, sia esso un faretto, un profilo su cui inserire una strip led a luce diffusa, o un binario con degli spot per luce d’accento, facendo percepire all’occhio soltanto l’effetto di illuminamento che ne scaturisce, lasciando la curiosità e il mistero di capire da dove proviene.

L’illuminazione architetturale ha l’obiettivo di creare emozioni in colui che ne fruisce, immaginate una piscina schiarita da una tenue luce blu cobalto, una vasca idromassaggio con la sua cromoterapia, o un opera d’arte evidenziata da un fascio di luce dedicato mentre tutto il resto rimane in ombra, questa è la luce architetturale, e prende la sua forza dal contrasto con l’ombra che ne risalta le caratteristiche.

In un momento storico come questo in cui viviamo, che ci ha costretto nostro malgrado a rivalutare l’importanza del comfort delle nostre case, avrete sicuramente notato quanto il comfort visivo sia una componente fondamentale del well-being at home, e la sapiente progettazione della luce architetturale renderà più piacevole trascorrere del tempo nei vostri luoghi preferiti.